Concerto Docenti

24 giugno, 2017 | Ore 20
CONCERTO DOCENTI AMICAFEST
Ingresso libero | Chiesa di San Leonardo, Grammichele


PROGRAMMA

Gioachino Rossini (1792–1868)
Da Péchés de vieillesse, Volume 12 (Quelques riens pour album):
1. Allegretto
5. Allegretto moderato
12. Allegretto moderato: Danse sibérienne

Franz Liszt (1811–1886)
Rapsodia ungherese n. 13 in La minore, S. 244

Enrico Elisi, pianoforte

Albéniz-Godowsky (1860-1909 / 1870-1938)
Tango, Op. 165 No. 2

Enrique Granados (1867-1916)
Da Goyescas, Op. 11:
5. El amor y la muerte. Balada

Yoonie Han, pianoforte

Muzio Clementi (1752-1832)
Dalla Sonata in Do maggiore, Op. 33 n. 3:
1. Allegro con spirito

Wagner-Liszt (1813-1883 / 1811-1886)
Liebestod da “Tristan und Isolde”, S. 447

Dmitri Shostakovich (1906-1975)
Preludio e Fuga in Re bemolle maggiore, Op. 87 No. 15

Sofya Gulyak, pianoforte

Frédéric Chopin (1810-1849)
Fantasia in Fa minore, Op. 49

Verdi-Liszt (1813-1901 / 1811-1886)
Parafrasi da concerto sul RigolettoS. 434

Tian Ying, pianoforte


ARTISTI

ENRICO ELISI

Bolognese di nascita e fiorentino-imolese di formazione, Enrico Elisi ha studiato con Lazar Berman and Boris Petrushansky, Alexander Lonquich, Franco Scala e Giuseppe Fricelli prima di trasferirsi negli Stati Uniti dove ha studiato presso il prestigioso Peabody Institute della Johns Hopkins University.

In Italia si è esibito nei teatri più importanti (come La Fenice di Venezia, il Comunale di Bologna, etc.) e ha suonato nelle maggiori città europee e nel resto del mondo (alla Carnegie Hall di New York, per esempio), come solista e con le più rinomate orchestre sinfoniche. Ha vinto numerosi concorsi in Europa e negli Stati Uniti ed è stato protagonista di programmi radiofonici di classica.

Recentemente, Elisi ha ottenuto la cattedra di Pianoforte presso l’Università di Toronto, dopo aver insegnato nelle più autorevoli università statunitensi, una tra tutte la famigerata Eastman School. La sua attività didattica è parte integrante della sua brillante carriera, ne sono testimonianza le centinaia di masterclass che ha dato internazionalmente.

È presente da anni in numerosi festival pianistici aldiquà e aldilà dell’Atlantico, ma anche in Asia. Il suo ultimo CD è uscito nel 2011 e contiene musiche di Mozart.

(Per maggiori informazioni su Enrico Elisi, consulta la sua biografia in inglese: http://amicafest.com/faculty)


YOONIE HAN

Fine pianista solista e da camera Sud Coreana, Yoonie Han si è laureata al Curtis Institute of Music e ha conseguito un Master alla Juliard School nonché un Dottorato alla SUNY Stony Brook: tutte scuole che fanno parte dell’Olimpo dell’educazione musicale statunitense e mondiale.

Attualmente, Han insegna alla Bikent University in Turchia e conta numerosissime masterclass e presenze in festival pianistici internazionali.

Vincitrice dei maggiori concorsi in Europa, Stati Uniti e Asia, Han ha iniziato ad esibirsi all’età di 13 anni, suonando con orchestre come i Berliner, la Filarmonica di Houston, etc. Le sue performances hanno avuto luogo nelle più note sale concerto, tra le quali la Canregie Hall e il Lincon Center di New York, il Concertgebouw di Amsterdam, per citarne solo alcune.

Il suo ultimo album è uscito quest’anno e celebra con le Goyesche il 150° anniversario della nascita di Enrique Granados.

(Per maggiori informazioni su Yoonie Han, consulta la sua biografia in inglese: http://amicafest.com/faculty)


SOFYA GULYAK

La pianista russa Sofya Gulyak si è diplomata all’Ecole Normale di musica Alfred Cortot di Parigi. Ha proseguito gli studi musicali all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola “Incontri col Maestro” e al Royal College of Music di Londra dove attualmente insegna.

Gulyak è stata insignita del primo premio e Medaglia d’Oro Principessa Maria al XVI Concorso Pianistico Internazionale di Leeds – la prima donna ad ottenere questi riconoscimenti. Da allora si è esibita in tutto il mondo con grande successo.

Ha inoltre fatto numerose apparizioni sia come solista che con prestigiose orchestre (al Teatro alla Scala e alla Sala Verdi di Milano, alla Sala Grande del Conservatorio di Mosca, al Konzerthaus di Berlino, al Kennedy Center di Washington, etc.; con la London Philharmonic Orchestra, la Filarmonica di San Pietroburgo, e tante altre).

Gulyak ha partecipato a diversi festival ed il suo CD con registrazioni di musiche di Brahms è uscito nel 2015 con la Piano Classics. Parecchi suoi concerti sono stati trasmessi alla radio e alla televisione in diversi stati.

(Per maggiori informazioni su Sofya Gulyak, consulta la sua biografia in inglese: http://amicafest.com/faculty)


TIAN YING

Tian Ying ha suonato con numerose orchestre (la Rochester Philharmonic, ma anche la Toledo, la Columbus, la Colorado, la Shanghai, la Hong Kong Philharmonic, ed altre), e in solo recital in tutto il Nord America, Europa, Africa ed Asia (alla Weill Recital Hall della Carnegie di New York, allo Shanghai Grand Opera Theater, al Taipei National Theater, all’Hong Kong Cultural Centre Concert Hall, etc.).

Ying ha vinto numerosi premi molto prestigiosi e si è posizionato tra i primi tre premi del Van Cliburn International Piano Competition nel 1989. Da allora è ben noto per lo stile poetico delle sue performance. Il Miami Herald ha scelto il suo Concerto No. 5 di Beethoven per l’apertura del Festival Miami 2009.

Ha registrato per Centaur Records e Dema Records, e su di lui hanno scritto giornali come il New York Times e il People Magazine. Il Boston Globe lo ha definito come “uno dei migliori pianisti attivi in America”.

Ying è attuamente docente di pianoforte presso la Frost School of Music dell’Università di Miami.

(Per maggiori informazioni su Tian Ying, consulta la sua biografia in inglese: http://amicafest.com/faculty)